STEFAN KAEGI - TALK | MASTER PACS

"On transplanted performers and remote controlled audiences" 

Stefan Kaegi crea spettacoli di teatro documentario, programmi radiofonici, performance nell’ambiente urbano e istallazioni, in una varietà diversificata di collaborazioni. Utilizzando ricerche, audizioni pubbliche e processi concettuali, dà voce non ad attori ma ad "esperti" che hanno qualcosa da dire su argomenti specifici. Insieme a Helgard Haug e Daniel Wetzel è parte del famoso collettivo Rimini Protokoll.

Dal 21 al 28 febbraio, Stefan Kaegi ha condotto un laboratorio nel Master PACS, con alcuni momenti di approfondimento aperti al pubblico. Tra questi il talk "On transplanted performers and remote controlled audiences", in cui ha raccontato i principi della propria pratica artistica, legata al teatro documentario e all’indagine della realtà attraverso il linguaggio del teatro e della performance, passando in rassegna alcuni dei lavori del collettivo Rimin Protokoll, tra cui: 100% City e Cargo Congo-Lausanne.

In questa "visita guidata" nel lavoro artistico del collettivo, fatto di persone, esperienze quotidiane e dispositivi che ci connettono in modi imprevedibili, Stefan Kaegi ci ha accompagnato in una riflessione sulle potenzialità del linguaggio del teatro, che può entrare direttamente in relazione con la realtà, mostrando e dando voce anche a chi non è presente sulla scena, o costruendo le condizioni per un’esperienza che ci permette di prestare attenzione a ciò che non siamo soliti vedere.
Leggi tutte le informazioni relative alle regole generali e alle modalità di svolgimento della visita alla mostra e della partecipazione agli eventi
CLICCA QUI

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e partecipare alle attività del Mattatoio.

ISCRIVITI