MP5

3 > 22 maggio 2021

 
Cosa vuol dire per te abitare uno spazio in un periodo di residenza?

 

Abitare uno spazio in un periodo di residenza per me rappresenta un momento in cui il tempo è sospeso. Uno spazio nuovo in cui lavorare, un segmento per sperimentare e realizzare un progetto a cui non mi sono mai potut* dedicare.

 

Come definite lo spazio del tuo lavoro e della tua ricerca? Cosa indagherai in questa occasione?

 

Lo spazio del mio lavoro è una camera bianca e la mia ricerca è la ricerca delle immagini che la abitano.

In questa residenza farò qualcosa che non ho mai fatto prima. Indagherò la figura di un*artista il cui lavoro mi affascina e che farà da modell* per un lavoro che realizzeró al termine della residenza. Stabilirò un rapporto, potrò confrontarmi, e mi lascerò guidare da questo incontro per concepire un’opera.

 

Tre parole per definire cura

 

Tempo

Ascolto

Concentrazione

 
 

 


 

MP5
(Napoli, 22 novembre)

MP5 è un*artista not* per i suoi incisivi disegni in bianco e nero che utilizza in differenti media.
Gli studi di scenografia per il teatro e di animazione l’hanno portat* a focalizzare la sua ricerca in diversi ambiti, dalle installazioni audio/video agli interventi murali.
Attiv* nella scena artistica underground, negli ultimi dieci anni ha legato fortemente il suo lavoro alla scena queer femminista.