Enrico Malatesta | Laboratorio | Annotazioni Superficiali

7 > 11 febbraio 2022
LABORATORIO
Annotazioni Superficiali

 

Annotazioni Superficiali è un progetto formativo a cura di Enrico Malatesta rivolto a indagare il suono le dinamiche dell’ascolto attivo applicate all’ambito delle Arti Performative, della Danza e del Teatro.

Il corso è strutturato in modo intensivo e prevede una parte teorica e di ascolto, basata sulla proposta di stimoli che aprono il dialogo alle implicazioni socio-culturali, artistiche, fisiche e magiche del suono negli spazi scenici.

La parte pratica consiste in esercizi di ascolto attivo (da svolgere individualmente o in gruppo) che invitano i partecipanti a indagare la relazione tra suono, spazio e corpo. Il proposito di questa sezione di lavoro è favorire una presa di consapevolezza dello spazio performativo e del proprio corpo in movimento attraverso il medium del suono e delle sue potenzialità relazionali.

Le modalità di conduzione degli esercizi coinvolgono in maniera critica i partecipanti, in quali vengono invitati a contribuire all’evoluzione delle pratiche e alla condivisione delle esperienze; l’intento è produrre un dispositivo di studio aperto e stimolante, che si rivolge al miglioramento della struttura attentiva dei partecipanti e alla capacità di trasformare l’esperienza di ascolto in una risorsa attiva, progettuale e autoriale, nella pratica performativa.

 

Enrico Malatesta (Cesena, 1985) è un percussionista e ricercatore indipendente attivo in ambiti sperimentali posti tra musica, performance e indagine territoriale; la sua pratica esplora la relazione tra suono, spazio e movimento e la vitalità dei materiali con particolare attenzione alle superfici, alle modalità di ascolto e alla definizione di informazioni multiple attraverso un approccio ecologico e sostenibile allo strumento percussivo.

Collabora con importati istituzioni culturali e spazi indipendenti e presenta il proprio lavoro in Italia, Europa, Nord America, Brasile, Giappone e Corea del Sud, partecipando a importanti festival di musica contemporanea e arti performative. È autore del libro LILY STAR (2019) e fondatore di MU, organizzazione indipendenti rivolta alla realizzazione di eventi, rassegne e workshop dedicati al suono, musica sperimentale e pratiche spaziali, attiva nel territorio romagnolo.