Dove siamo

Il complesso architettonico del Mattatoio di Testaccio, costruito fra 1888 e 1891 da Gioacchino Ersoch, è considerato uno dei più importanti edifici di archeologia industriale della città di Roma per la modernità e l’originalità delle sue strutture.
 

Nei primi anni del Duemila da un'idea di Zoneattive nasce il progetto di restauro. Il cantiere è stato aperto nel 2006 e consegnato nel 2010, l’intervento conservativo ha riqualificato i padiglioni utilizzati per i serbatoi dell’acqua, per la pelanda e per la macellazione dei suini.

La gestione, affidata fino al 2017 ai Musei in Comune della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ha realizzato negli anni un percorso dedicato al contemporaneo arricchito anche dalla presenza, sempre all'interno del Mattatoio, della Facoltà di Architettura di Roma Tre e di alcune aule dell’Accademia di Belle Arti.

 

Dal 2018 la gestione di una significativa porzione del Mattatoio è affidata da Roma Capitale all’Azienda Speciale Palaexpo. Tali spazi fanno parte di un complesso che è al centro di un piano di riqualificazione per la creazione di un polo di ricerca e produzione artistica e culturale, che sappia offrire un’incisiva immagine contemporanea della città, registrandone gli sviluppi, e stimolandone l’evoluzione.

 

All’interno del grande progetto del “Polo del Contemporaneo”, promosso dall’Azienda Speciale Palaexpo, il Mattatoio vuole rappresentare un centro di eccellenza per la produzione e la restituzione pubblica delle ricerche nazionali e internazionali legate alle arti performative e ai loro rapporti con le arti visive nonché con i linguaggi scientifici e le conoscenze legate alla progettazione architettonica e urbanistica. In una visione di collaborazione con le altre istituzioni presenti nel complesso del Mattatoio, Palaexpo promuove anche un innovativo programma di formazione.

MATTATOIO

Piazza Orazio Giustiniani, 4

00153 Roma


Informazioni

 

Come raggiungerci

Metro B (fermata Piramide)

Tram 3 (fermata Marmorata / Galvani)

Autobus 719 (fermata Galvani / Zabaglia)

170 - 781 (fermata L.go Marzi) 

 

Dalla Stazione Termini

Prendere la metro B (direzione Laurentina) o metro B1 (direzione Laurentina) per 4 fermate e scendere a Piramide, recarsi alla fermata Cave Ardeatine (MB), prendere la linea 719 (direzione Candoni / rimessa Atac) per 3 fermate. Scendere alla fermata Galvani / Zabaglia.

Oppure da Piazza dei Cinquecento (davanti alla stazione) prendere la linea 75 (direzione Poerio / Marino) per 14 fermate e scendere a fermata Marmorata / Galvani.

Oppure prendere la linea 170 (direzione Agricoltura) per 13 fermate e scendere alla fermata L.go Marzi.


 

Fatti guidare!

La tua visita

 

Fino al 19 giugno 2022 nel Padiglione 9b

Teresa Margolles Periferia dell'agonia
Ingresso libero
 

Fino al 29 maggio 2022 nel Padiglione 9a

Clément Cogitore "Notturni"

 
Intero
 € 6,00  
Ridotto € 5,00 
Ragazzi dai 7 ai 18 anni
 € 4,00

Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale

Intero € 5,00  
Ridotto € 4,00 

Bambini fino a 6 anni gratuito
 
Informazioni: 
info@coopculture.it 
 
GRUPPI E SCUOLE

Dal martedì al venerdì gruppi € 5,00 e scuole € 4,00 per persona/studente
Prenotazione obbligatoria per gruppi € 30,00 e scuole € 20,00 (min 10 max 25 persone) 
 

RIDOTTO STAMPA

€ 4,00

Giornalisti con tessera dell’ordine in corso di validità. Per i giornalisti che richiedono l'accredito per ragioni di servizio, l'ingresso è gratuito ed è necessario inviare richiesta a: 

 
STUDENTI, RICERCATORI, DOTTORANDI DEGLI ATENEI ROMANI (sia pubblici che privati)
€ 4,00

  
IL BIGLIETTO RIDOTTO È VALIDO PER

  • giovani fino a 26 anni
  • adulti oltre i 65 anni
  • insegnanti in attività su presentazione di dichiarazione dell'istituto di provenienza, esclusi professori universitari
  • gruppi con prenotazione obbligatoria (min 10 max 25 persone)
  • convenzioni
  • forze dell'ordine e militari con tessera di riconoscimento

L'INGRESSO GRATUITO È VALIDO PER

  • bambini fino a 6 anni
  • 1 accompagnatore per ogni gruppo prenotato
  • 1 accompagnatore ogni 10 studenti
  • disabile e accompagnatore
  • invalido e accompagnatore
  • guide turistiche 
  • accompagnatori turistici
  • interpreti che accompagnano le guide
  • possessori tessera ICOM e ICROM

Orario

Dal martedì alla domenica dalle 11.00 alle 20.00.
 
Per le mostre
L'ingresso è consentito fino a un'ora prima della chiusura ed è raccomandato indossare un dispositivo di protezione (mascherina chirurgica o FFP2). 
Sarai sottoposto a misurazione della temperatura, in caso di temperatura uguale o superiore a 37.5 non potrai accedere.
 

Per gli spettacoli
L'accesso è consentito solamente alle persone provviste di mascherina FFP2 che dovrà essere indossata per tutta la durata dello spettacolo.
 
Reclami

 ➥ segnalazione online 

 

Team

Angel Moya Garcia
Curatore, responsabile della programmazione culturale

Ilaria Mancia
Curatrice, responsabile del Master, dei programmi di residenza e degli eventi collegati

Cecilia Guerrieri Paleotti
Coordinamento organizzativo spazi culturali

Annalisa Grisi
Coordinamento produzione e organizzazione mostre, spettacoli e eventi

Maria Giovanna Virga
Coordinamento produzione e organizzazione mostre, spettacoli e eventi

Chiara Boitani
Assistente coordinamento Master

Elena Fortunati
Comunicazione social

Andrea Pergola
Comunicazione social


Maria Giulia Pavin, Anita Suppa, Deborah Serafini
Comunicazione

Marco Cinquegrana
web

Piergiorgio Paris, Federica Mariani
Ufficio stampa

Paolo Pezza
Luca Caselli, Marcello Fagnani
Silvia Albini, Cristina Piccione

Ufficio Tecnico e Progettazione

Ivano Salamida
Assistenza tecnica

Marta Pella
Assistente al coordinamento organizzativo

Edoardo Brunetti, Ornella Fabretti
Progettazione grafica

Azienda Speciale Palaexpo

L’Azienda Speciale Palaexpo è un ente strumentale della città di Roma. Si propone oggi come uno dei più importanti organizzatori di Arte e Cultura in Italia e gestisce il Palazzo delle Esposizioni, il MACRO e il Mattatoio per conto di Roma Capitale. Quello gestito dall’Azienda Speciale Palaexpo è, dunque, un vero sistema integrato di spazi ed eventi per la cultura, in grado di raggiungere un pubblico numeroso ed attento.

L’Azienda Speciale Palaexpo intende porsi come obbiettivo la creazione, nella città di Roma, di un “Polo delle Culture Contemporanee” che rappresenti un luogo di produzione culturale in grado di far dialogare le realtà più interessanti attive nell’ambito cittadino e nazionale, nonché di confrontarsi e di scambiare esperienze con musei, centri di ricerca, università ecc. a livello internazionale.

Accogliendo e ampliando le indicazioni contenute nel documento sul “Polo del Contemporaneo e del Futuro” predisposto dall’Assessorato alla Crescita Culturale, Azienda Speciale Palaexpo individua, quali punti fondamentali del programma di attività:

  • Il dialogo e la convergenza fra i diversi ambiti della cultura, in particolare fra arte e scienza.
  • La produzione attiva e sperimentale di esperienze e di conoscenza.
  • Il valore della sperimentazione e della ricerca nelle diverse forme artistiche.
  • L’importanza dell’interdisciplinarità.
  • L’importanza dell’approccio formativo-pedagogico come elemento che accompagna ogni forma di produzione culturale.
  • La creazione di comunità.
  • L’accessibilità al sapere.
  • L’importanza di proposte che facciano “rete” e “sistema”.
  • La restituzione pubblica e la possibilità di fruire, anche online, della documentazione di tutte le attività svolte.

Sindaco di Roma Capitale: Roberto Gualtieri

Assessore alla Cultura: Miguel Gotor

 

Consiglio di Amministrazione
Cesare Maria Pietroiusti, presidente
Clara Tosi Pamphili, vicepresidente
Fernando Ferroni
Duilio Giammaria
Maria Francesca Guida

 

Direttore Generale
Fabio Merosi

 

Collegio dei revisori dei conti
Andrea Bonelli, presidente
Paolo Di Rocco, revisore
Erica Di Santo, revisore

 

Direttore operativo e risorse umane
Daniela Picconi

 

Direttore area affari legali
Andrea Landolina