IL PROGRAMMA DEL 56° FESTIVAL DI NUOVA CONSONANZA AL MATTATOIO


 

 
mercoledì 13 novembre, ore 20

La Pelanda
AUDIOR
concerto per macchine acusmatiche
Audior è un concerto dedicato alla compositrice Elzbieta Sikora e alla sua musica acusmatica, realizzata con acusmonium (orchestra di altoparlanti utilizzata nella musica elettroacustica per la spazializzazione del suono) dall’Associazione Audior. Della compositrice, formatasi con Pierre Schaeffer e Francois Bayle (inventore dell’Acusmonium) a Parigi, saranno presentati alcuni dei bravi più premiati: Janek Winiewski, Aquamarina, Rouge d’été, Paris. Gare du Nord e Axerouge V.
Biglietto 5 euro
 

 
mercoledì 13 novembre, ore 21
La Pelanda
IN PIENA LUCE
Un concerto, un racconto, un omaggio alle giornaliste inviate sui fronti di guerra con la musica delle donne
da un’idea di Luisa Prayer
Le donne sono da tempo in prima linea, nel difficile lavoro di inviate sugli scenari di guerra: un impegno che solo negli ultimi venti anni è costato la vita a circa trecento giornalisti, poiché libertà di stampa e diritto all’informazione sono ancora oggi sotto attacco in molti paesi del mondo. Testimoni della Storia, queste donne hanno messo in gioco tutto di sé stesse, scegliendo di restare anche nei momenti più drammatici, e spesso con una difficoltà in più, quella di agire in realtà sociali e ideologiche in cui il ruolo della donna è fortemente subordinato. Laura Silvia Battaglia, giornalista e inviata, è l’autrice di una narrazione che porta in piena luce la personalità appassionata e complessa di giornaliste come le italiane Ilaria Alpi, Maria Grazia Cutuli, l’americana Marie Colvin, la somala Hodan Nalajeh, l’afghana Mena Mangal, la curda Shifa Gardi e la siriana Razan Zaituneh.
Una affinità profonda, al di là del tempo e del luogo, lega le musiche alla narrazione: Monica Bacelli, Luisa Prayer, Misia Sophia Jannoni Sebastianini, daranno corpo alla rappresentazione di quella particolare sensibilità che le donne esprimono nel loro sguardo sul mondo, interpretando brani composti da donne, protagoniste di quel processo di emancipazione che pone oggi l’universo della creatività femminile in piena luce. Su commissione del festival, Rossella Spinosa ha composto, sulle immagini di Paola Gennari Santori, un brano nuovo, dedicato a Ilaria Alpi, sul dramma della ricerca della verità e dei suoi esiti.
testi e narrazione di Laura Silvia Battaglia
programma musicale a cura di Luisa Prayer
Biglietto intero 15 / ridotto 10
 

 
martedì 3 dicembre, ore 19
La Pelanda
MUSICA PRESENTE TENDENZE E COMPOSITORI DI OGGI
a cura di Renzo Cresti (Lim 2019)
“Musica presente” non significa solo musica del tempo corrente ma anche musica consapevole e testimone del proprio tempo. Chi sono i compositori e cosa scrivono? Essi si situano nel cono d’ombra della visibilità della cultura pop, anche se molti di loro intrecciano un dialogo con il maistream, con la musica da film, radiofonica e documentaristica che sono diventate sempre più importanti, con l’elettronica che permea ogni più piccolo angolo, con la musica psichedelica e col progressive, col jazz, al quale, in questo libro ricco di informazioni, sono dedicate molte pagine, segnalando i musicisti che si sono messi in evidenza. Una riflessione è riservata anche al rock sperimentale.
 

 
martedì 3 dicembre, ore 21
La Pelanda
ROAD MOVIES
Francesco D'Orazio violino
Giampaolo Nuti pianoforte
ore 20.30 introduzione al concerto a cura di Silvia D´Anzelmo (Quinte parallele)
ore 21 concerto
Road Movies è il titolo del concerto ma è anche il titolo di un lavoro di John Adams che Francesco D’Orazio al violino e Giampaolo Nuti al pianoforte eseguono per l’occasione. Definito “traveling music”, il pezzo di Adams del 1995 evoca un viaggio attraverso un panorama da immaginare, scandito da una scrittura minimalista, propria del linguaggio del compositore statunitense, dalle fluttuazioni e oscillazioni percettive. Il programma si apre con la Sonata n. 4 per violino e pianoforte (1900-16) di Charles Ives, e proporrà i più recenti lavori di autori contemporanei, fra cui Elegy per violino solo di Curtis Cacioppo dedicata allo stesso D’Orazio e la prima assoluta di Il verso lungo, le dissolvenze di Cosimo Colazzo.
 

 
giovedì 5 dicembre, ore 17
La Pelanda
TAVOLA ROTONDA
 

 
giovedì 5 dicembre, ore 21
La Pelanda
CRUDI TROPICI
ore 20.30 introduzione al concerto a cura di Renzo Cresti
ore 21 spettacolo
I due lavori che Aldo Brizzi presenta al Festival sono entrambi delle novità. Wieder per voce ed elettronica, vede la partecipazione anche dell’artista giapponese Hirosuke Kitamura che “rifotografa” le proprie immagini raffiguranti i postriboli di Salvador de Bahia utilizzandole come arredo dei luoghi più degradati della città; Ópera dos Terreiros (Opera dei circoli sacri) ha come protagonisti gli dei (Orixà) del culto animista brasiliano del Candomblé. Ad interpretarli il Núcleo de Ópera de Bahia con le voci di Graça Reis, Carlos Eduardo Santos, Josehr Santos, i percussionisti Neney Santos e Anderson Souza e lo stesso Brizzi alla direzione ed elettronica.
WIEDER* per voce, elettronica e videoproiezioni
testo e musica di Aldo Brizzi
creazioni video di Hirosuke Kitamura
estratti da ÓPERA DOS TERREIROS** (Opera dei circoli sacri)
libretto di Aldo Brizzi e Jorge Portugal
musica Aldo Brizzi
per 3 cantanti, 3 percussionisti ed elettronica eseguita in forma di mise en espace, in costume
Núcleo de Ópera de Bahia
Graça Reis soprano
Carlos Eduardo Santos tenore
Josehr Santos basso
Neney Santos, Anderson Souza percussioni
Aldo Brizzi elettronica e direzione
Alberto Pita Afro design e costumi per l’Ópera dos Terreiros
*prima esecuzione assoluta / **primaesecuzione italiana
 
 
venerdì 6 dicembre, ore 18
La Pelanda
Masterclass/laboratorio, gratuita, rivolta agli studenti di strumenti a percussione e di composizione
Masterclass sulla letteratura degli strumenti a percussione dei grandi compositori asiatici: Toru Takemitsu e Guo Wenjing, del compositore italiano Giacinto Scelsi, dell’americano Steve Reich e dell’argentino Mauricio Kagel
Durante la Masterclass oltre ad un lavoro di descrizione ed analisi delle opere dei suddetti compositori sono previste attività laboratoriali e pratiche.
Iscrizioni:info@arsludi.eu
 

 
venerdì 6 dicembre, ore 21
La Pelanda
ROMA-PECHINO A/R
ore 20.30 introduzione al concerto a cura di Silvia D´Anzelmo (Quinte parallele)
ore 21 concerto
L’omaggio all’Oriente contemporaneo arriva con il concerto del soprano Maria Chiara Pavone e del gruppo di percussioni Ars Ludi. Non solo musica di autori come Tōru Takemitsu, Guo Wenjing, ma anche quella di chi dall’Oriente ha trovato ispirazione come Steve Reich con Nagoya Marimbas (1994), Mauricio Kagel e Giacinto Scelsi che della cultura orientale si è profondamente nutrito per tutta la sua esistenza.
Maria Chiara Pavone soprano
Ars Ludi
Antonio Caggiano, Rodolfo Rossi, Gianluca Ruggeri, Alessio Cavaliere, Lucrezia Liberati, Giulia Vela percussioni
 

 
sabato 7 dicembre, ore 18 e ore 21
La Pelanda
Secondo dittico di teatro musicale proposto nel Festival a firma di Biagio Putignano e Roberta Vacca, commissione nel 2017 del festival Nuovi Spazi Musicali, e presentato per la prima volta a Roma. Due operine “tascabili” che si caratterizzano per la messa in musica in maniera dissacrante e spregiudicata – i testi sono di Paolo Peretti e Luca Capannolo – di tematiche contemporanee: il mondo dei maghi e ciarlatani delle reti televisive locali (in Superficie Boh! di Putignano) e la precarietà del lavoro nei call center (in Contratto perfetto di Vacca).
SUPERFICE BOH!
(2017) opera buffa in un atto, tre quadri e due intermezzi pubblicitari per recitante, soprano, basso e pianoforte
musica di Biagio Putignano
libretto di Paolo Peretti (liberamente tratto da L’incognita "Mah" di Valeria Parrella)
CONTRATTO PERFETTO
(rev. 2017) atto unico in tre giornate
di Roberta Vacca
su testo di Luca Capannolo
Pamela Olivieri attrice
Erica Realino soprano
Stefano Stella basso
Sabrina Gentili pianoforte e tastiera midi
Riccardo Sanna bayan
Gianluca Ciavatta sax alto, chitarra elettrica, Ewi
Luca Ventura percussioni
In coproduzione con I Concerti nel Parco
Biglietto intero 15, ridotto 10
 

 
martedì 10 dicembre, ore 21
La Pelanda
CREATIVO ROMANO
Pensiero compositivo e responsabilità perfomativa nelle opere aleatorie per flauto di autori romani dal secondo Novecento a oggi
ore 20.30 introduzione al concerto a cura di Paolo Rosato
ore 21 concerto
Gianni Trovalusci, fra i migliori flautisti oggi in Italia dediti al repertorio contemporaneo, presenta Creativo Romano, un percorso fra le opere aleatorie per flauto di autori romani dal secondo Novecento a oggi.
Gianni Trovalusci flauti
 

 
sabato 14 dicembre, ore 21
La Pelanda
PIETRE SONORE
Blow up percussion
ore 20.30 introduzione al concerto a cura di Silvia D’Anzelmo (Quinte Parallele)
ore 21 concerto
L’ensemble di percussioni Blow Up presenta un’originale serata dal titolo Pietre Sonore, con improvvisazioni sulle pietre sonore di Pinuccio Sciola, artista sardo scomparso tre anni fa, che della pietra come materia capace di vibrare e di emettere suoni, e della sua originale funzionalità uditiva, ne ha fatto uno dei tratti distintivi della sua produzione artistica. Il programma accoglierà una serie di brani per percussioni con due prime assolute scritte appositamente per le pietre sonore di Sciola da due giovani compositori sardi non ancora trentenni Claudia Mura e Matteo Atzori.
 

 
domenica 15 dicembre - ore 18
La Pelanda
HELMUT LACHEMANN, Musica come magia infranta. Scritti e interviste
a cura di Pietro Cavallotti e Luigi Pestalozza con la collaborazione di Alessandra Ciccaglioni (LIM 2018)
Interverranno Pietro Cavallotti e Alessandra Ciccaglioni
Questo volume raccoglie saggi e interviste mai apparsi precedentemente in traduzione italiana, prodotti dal compositore in un arco cronologico che spazia dagli anni Settanta ai tempi recenti. In essi l’autore non si sofferma solo sulla propria musica ma sul mondo musicale nel suo complesso, dalla musica del passato alla scena attuale, dagli aspetti estetici a quelli di carattere più militante.
 

 
domenica 15 dicembre
La Pelanda
NUOVE MUSICHE PER CHITARRA
ore 18.30 introduzione al concerto a cura di Marco Surace (Quinte Parallele)
ore 19 concerto
Giovane talento è quello del chitarrista romano Gian Marco Ciampa che presenta un programma variegato all’insegna delle nuove musiche per chitarra, dai Cinque preludi (1940) di Heitor Villa Lobos, dalla grande espressività con richiami alle tradizioni musicali brasiliane, alla novità del compositore romano Leonardo Di Stefano I nostri nulla differiscono di poco.
Gian Marco Ciampa chitarra
 

 
martedì 17 dicembre, ore 18
La Pelanda
CONFERENZA
tenuta da Federico Capitoni
 

 
martedì 17 dicembre, ore 21
La Pelanda
DUO ARDORE´
Il 17 dicembre ritroviamo il Duo Ardoré, già premiato al Festival nel 2017 con il Premio Scotese riservato ai migliori giovani interpreti della manifestazione. Al Mattatoio presentano un programma che alterna la musica di Giacinto Scelsi, Goffredo Petrassi ed Ennio Morricone a quella di Daniele Carnini e Pier Paolo Cascioli, appartenenti alla generazione degli anni Settanta.
Duo Ardorè
Rebecca Raimondi violino
Alessandro Viale pianoforte
 

 
mercoledì 18 dicembre, ore 18
La Pelanda
CONFERENZA
tenuta da Marco Di Battista
 

 
Mercoledì 18 dicembre
La Pelanda
MUSICA, FILOSOFIA, RIFLESSIONI
ore 20.30 introduzione a cura di Silvia D´Anzelmo (Quinte Parallele)
ore 21 concerto
Emanuele Arciuli pianoforte
 

 
giovedì 19 dicembre, ore 19
La Pelanda
IL PAESE DEGLI UOMINI INTEGRI - A tribute to Thomas Sankara
presentazione del cd di Fausto Sebastiani
L’incontro in cui verrà presentato il CD sarà a cura di Sandro Cappelletto e Antonio Rostagno e verrà eseguito Now’s the sax dall’Apeiron Sax Quartet e Stefano Nanni
Il CD Stradivarius (2019) dal titolo Il paese degli uomini integri – tribute to Thomas Sankara contiene composizioni di Fausto Sebastiani dedicate al sassofono o al quartetto di sassofoni e alle percussioni. Il primo lavoro dà il titolo al CD ed è un melologo, su testo di Sandro Cappelletto, dedicato alla storia politica degli ultimi decenni del Burkina Faso.
Il soggetto trae spunto dalla vicenda del capitano Thomas Sankara, eletto Primo Ministro dell’ex colonia francese Alto Volta nel gennaio 1983, chiamata Burkina-Faso, ovvero La terra degli uomini integri. Seguono due composizioni solistiche Solo (versione 2017) che è uno studio per sax soprano, destinato ad approfondire alcuni aspetti della tecnica strumentale d’oggi come l’emissione di soffi, di suoni multifonici e di armonici, mentre il secondo dal titolo Lo scarabeo d’oro (2018), per percussioni, rimanda all’omonimo racconto di Edgar Allan Poe, in cui si mette in scena la ricerca di un tesoro sepolto. Nell’ultimo brano del CD Now’s the sax (2017) per sassofono contralto solista e quartetto di sassofoni, si ritrova il desiderio di dialogare con tracce di altre scritture, sono presenti elementi musicali ispirati al brano Now’s the time di Charlie Parker, sui quali si sovrappongono gesti tipici della scrittura contemporanea, come ad esempio i suoni “multifonici”.
 

 
giovedì 19 dicembre, ore 21
La Pelanda
STUNDENBLUMEN
Ensemble Fractales
Renata Kambarova flauti, Marion Borgel violino, Benjamin Maneyrol clarinetti, Diego Coutinho violoncello, Gian Ponte pianoforte
 

 
sabato 21 dicembre, ore 19
La Pelanda
GIUSEPPE SCOTESE, scritti musicali
a cura di Giovanni D’Alò e Silvia D’Augello
Lucca, LIM, 2019
La pubblicazione raccoglie gli scritti di Giuseppe Scotese pubblicati su riviste non più esistenti o su volumi usciti fuori produzione, o di difficile reperibilità, insieme a scritti inediti provenienti dall’archivio presso la Biblioteca di Storia della musica dell’Università La Sapienza di Roma e alla trascrizione di alcune lezioni-concerto che rendono conto del suo efficace metodo didattico. Una produzione saggistica che integra la sua attività di pianista condotta nell’arco di quasi cinquant’anni (1957-2006), facendo emergere la figura di un interprete-intellettuale che riflette sui testi musicali che il suo campo di studi gli offre, sul rapporto tra musica e storia, sull’evoluzione dei linguaggi, delle forme e della tecnica, sul ruolo dell’interprete e sulla didattica.
 

 
sabato 21 dicembre, ore 21
La Pelanda
CONCERTO DEI FINALISTI
Concorso di composizione Franco Evangelisti
Imago Sonora Ensemble
 

 
sabato 21 dicembre, ore 21
La Pelanda
Premio Giuseppe Scotese
PREMIAZIONE
miglior giovane interprete del 56° Festival

Il Mattatoio si trova a Roma, in Piazza Orazio Giustiniani 4. Scopri come raggiungerci.

MAPPA