ALTERAZIONI VIDEO | HIMALAYA – PROIEZIONE E SPETTACOLO LIVE

30 giugno 2022, ore 21.30

re-creatures estate 2022
La Pelanda
re-creatures estate 2022
La Pelanda
Quando il sole del pomeriggio si abbassa dietro alle vette comincia ad arrivare il primo vero freddo, l'altitudine e l'aria rarefatta rendono il respiro affannoso e la tosse profonda. L'aria è troppo fredda per essere respirata direttamente.
Mi lego un calzino intorno alla faccia.
Siamo al campo base. Il maggior numero di tende ha lasciato il posto al silenzio.
Dopo la valanga del giorno scorso hanno rinunciato in tanti. Siamo rimasti in pochi. 
Tre quattro tende al massimo.
Uno si è posizionato a distanza. Pare abbia perso il compagno e voglia rimanere da solo.
Non so se riproveremo la scalata. Non so quanto rimarremo qui. Le giornate passano osservando le nuvole e ascoltando il vento. Il tempo sembra essersi fermato. Le razioni di cibo scarseggiano ma per qualche motivo la connessione a internet è ottima. Ossimoro della contemporaneità.
Abbiamo viaggiato per tutto il mondo, dal cuore dell'Africa ai polmoni della civiltà,
 dai bassifondi di San Josè alle torri di babele delle città fantasma cinesi. 
Abbiamo attraversato la Russia così come l'India, ci siamo accampati in giungle umide e appiccicose fino ad arrivare qui, ai piedi dell'infinito, dove i mondi si incontrano, dove le nazionalità o le proprie storie personali si annullano, come in mezzo al mare, al cospetto di queste vette siamo solo esseri umani.
Alterazioni Video

 

Il collettivo Alterazioni Video abita gli spazi de La Pelanda del Mattatoio dal 20 al 30 giugno per un articolato progetto dal titolo Himalaya che invita il pubblico a entrare e partecipare alla produzione e alla poetica dei film del collettivo artistico. 

Un casting, un film in progress, una performance, una mostra composti da una serie di installazioni multimediali che permettono di immergersi nei lavori e di attraversare il processo creativo che si cela dietro ai Turbo Film di Alterazioni Video; una pratica artistico-cinematografico-performativa che permette la realizzazione di film surreali girati in condizioni di emergenza. 

Gli spazi verranno abitati da immagini in movimento, oggetti visionari, musicisti, performer atipici, rendendo poroso il dentro e il fuori, in un percorso fra diversi luoghi del mondo in un tempo che sembra sospeso e che darà vita a un nuovo episodio filmico dove ciò che Roma nasconde potrà emergere inaspettatamente.

 

Himalaya – Casting Party 

23 giugno 2022

dalle ore 17.00 alle ore 00.00

Casting/performance, Teatro 1

 

Il casting party, per il film che Alterazioni Video girerà durante i giorni di permanenza a La Pelanda, sarà aperto al pubblico.

Le partecipanti e i partecipanti che vorranno immergersi, curiosare, assistere o partecipare alla serata del 23 giugno affronteranno diverse prove tratte dalle scene del film o metteranno alla prova i loro talenti nascosti e unici. Un piano bar e un green screen comporranno l’allestimento del teatro e saranno la scena da attraversare e agire liberamente e creativamente. La regia dal vivo permetterà al pubblico di entrare nel casting e nelle riprese in corso e di ascoltare la composizione in diretta della colonna sonora. Il casting diventa luogo di condivisione e di produzione aperto e poroso, festoso e imprevedibile, un set che appare e si arricchisce di elementi per dare vita al Turbo Film che verrà girato nelle giornate successive.

 

Himalaya – Proiezione e spettacolo live

30 giugno 2022

Ore 21.30 

Live set/performance/concerto, 50’

Teatro 1, Pelanda

 

Il film in divenire che Alterazioni Video gira a Roma insieme agli attori e alle attrici selezionati durante il Casting Party e ai personaggi scoperti durante perlustrazioni e avventure nella città, sarà presentato, musicato dal vivo e in parte creato e montato, durante la serata, grazie a una regia live che include la presenza di momenti di spettacolo. Il turbo film Himalaya svelerà i luoghi del Mattatoio dove verrà in parte girato e ne trasformerà fisionomie e architetture in un altrove immaginifico.

Il pubblico assisterà alla prima proiezione live del film che andrà a comporsi davanti ai nostri occhi e che sarà installato, successivamente, nello stesso teatro dove prenderà vita nella serata del 30 giugno. 

 

Himalaya - La mostra

Dal 30 giugno al 7 agosto 2022

Opening 30 giugno ore 18.00 

Installazioni

Teatro 1, Foyer 1, Galleria Vasche, Foyer 2, Tettoia esterna - Pelanda

 

Vanno a comporre la mostra di Alterazioni Video alcune installazioni site-specific pensate per la programmazione di re-creatures e lavori storici del collettivo nuovamente installati per gli spazi de La Pelanda. Film, oggetti, scenografie per un viaggio verso altri luoghi dell’immaginario.

 

Teatro 1 

Himalaya – Il film (2022)

Un film inedito creato in divenire, girato, montato e prodotto durante la permanenza di Alterazioni Video a La Pelanda. Alcune delle scene verranno filmate live durante lo screening del film nella serata del 30 giugno e da quel momento sarà visibile il nuovo lavoro nel teatro in cui è stato creato.

Foyer 1

Untitled (2022)

Installazione ideata e realizzata per gli spazi de La Pelanda.

I Turbo Film cambiano formato, si adattano al contesto, mutano, come amebe primitive. In questa installazione diventano camicie hawaiane, declinandosi sul tessuto come fosse una timeline. Scenografie ispirate a film in divenire che non possono più esistere abiteranno gli spazi del Foyer 1.

Prima dello scoppio della guerra in Ucraina, Alterazioni Video stava organizzando la seconda spedizione in Russia per incontrare il professor Zimov (colui che sta cercando di ripopolare la Siberia con i Mammuth) e continuare il film Guerra e Pace. Lo scoppio della guerra e l’impossibilità di ritornare in Russia ha lasciato solo una traccia di un film che non potrà più esistere.

Una dacia bidimensionale è ciò che rimane da quell’esperienza troncata sul nascere. La scenografia di una scena che non sarà mai girata.

Galleria delle Vasche

Guerra e Pace (2019)

Proiezione integrale del film girato in Russia nel 2019 da Alterazioni Video, che si interroga sull’estetica delle fake news e i processi creativi al servizio della post-verità.

Foyer 2

All My Friends Are Dead (2009) 

Proiezione del primo film di Alterazioni Video girato in Camerun, che conduce il pubblico all’interno di un set di un musical horror. Un’installazione composta da materassi rivestiti da tessuti africani, ispirati ai personaggi e alle scene del film, occuperà la sala. Il pubblico potrà usare i materassi per riposarsi e per seguire la proiezione del film.

Tettoia esterna

Himalaya – L’installazione (2022)

Installazione site-specific che trasforma il contesto esterno de La Pelanda in un luogo straniante e set del nuovo Turbo Film, girato in diretta e presentato il 30 giugno.

 

 

Alterazioni Video, collettivo artistico nato nel 2004 e composto da Paololuca Barbieri Marchi, Alberto Caffarelli, Matteo Erenbourg, Andrea Masu e Giacomo Porfiri. Vivono tra New York, Berlino, Palermo e Ia Costa sud del Portogallo. 

Alterazioni Video sono artisti processuali che, mettendo insieme performance, video, installazioni, cinema e musica, creano stati di emergenza in cui l’improvvisazione diventa motore di ricerca.  

 Per la produzione dei loro Turbo Film, spesso girati in zone “calde” del pianeta, dove raramente si incontrano turismo o reti di protezione, gli artisti di Alterazioni Video si staccano dalla rete incontrandosi fisicamente su set tanto improvvisati quanto improbabili. 

I Turbo Film sono un genere cinematografico (definito e analizzato dagli artisti stessi in un dottorato di ricerca,) nato nel 2008 con Artists’serial killer, realizzato hackerando l’archivio digitale di video d’arte più grande in Italia, e che si può definire un incontro “tra gli spaghetti western e il neorealismo di YouTube. Spesso improvvisato e partecipato, richiama gli albori del cinema pur nascondendosi tra le pieghe dell’arte contemporanea.”   

Nel 2020, in piena pandemia Covid-19, il collettivo ha girato I numeri non vengono chiamati in ordine numerico, un film sulla morte delle verità, girato dal vivo e montato in remoto in tempo reale dal collettivo durante una grande performance negli spazi vuoti della Triennale di Milano. 

Tra i loro lavori: Waiting for the tsunami del 2005, dove per primi nell’arte realizzano un web tv show antecedente alla nascita dei social network, The new circus event, per il quale Alterazioni Video ha ripensato il concetto di circo scovando 20 performers negli anfratti della rete e materializzandoli a Venezia, Guerra e Pace, un Turbo Film girato in Russia nel 2018 che indaga l’estetica delle fake news nella Russia di oggi, e Incompiuto. La Nascita di uno Stile, con il quale il collettivo ha creato il più grande archivio di opere pubbliche incompiute su territorio italiano. 

www.alterazionivideo.com

@alterazionivideo 

parte di

23 giugno - 7 agosto 2022
Torna per l’estate del Mattatoio, a giugno, luglio e agosto 2022, re-creatures, nella stagione in cui è nato, abitando gli spazi di Pelanda e espandendosi verso l’esterno. 

Programma

27 giugno 2022

Performance, 45’

Teatro 2, Pelanda
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Durante la performance è previsto l'utilizzo di luci stroboscopiche

29 giugno 2022

Performance, 30’

Spazio esterno, Pelanda

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

29 giugno 2022

Concerto, 50’ 

Foyer 2, Pelanda 

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti 

Padiglione 9B, Performer: Prinz Gholam
13 luglio, ore 12-13
SOLO SU INVITO
13 luglio, ore 12-13
13 luglio, ore 12-13