UFFA CHE BARBA! | THREE / FREAKS

Anteprime: venerdì 3 maggio ore 19, sabato 4 maggio ore 19, domenica 5 maggio ore 16

L'Accademia Nazionale d'Arte drammatica Silvio d'Amico al Mattatoio
La Pelanda
L'Accademia Nazionale d'Arte drammatica Silvio d'Amico al Mattatoio
La Pelanda

 
FREAKS

Progetto liberamente tratto dal film Freaks di Tod Browning
Autore Federica Rosellini
Regia Federica Rosellini
Interpreti Eva Cela, Pietro Giannini, Fabiola Leone, Irene Mantova, Riccardo Rampazzo, Daniele Valdemarin

 

"Uffa, che barba! Uffa, che noia! Con questa frase si concludevano gli episodi di Casa Vianello, la sit-com televisiva che vedeva protagonisti Sandra Mondaini e Raimondo Vianello; dopo una giornata condita da episodi rocamboleschi, equivoci, comici litigi, la coppia si augurava la buonanotte con questa frase pronunciata dalla Mondaini, che diventò quasi uno slogan capace di entrare nel gergo degli italiani. Una frase che ormai associamo naturalmente a qualcosa di noioso, ripetitivo; i ragazzi spesso la utilizzano quando vengono chiamati dagli adulti a fare qualcosa che non vorrebbero fare, come ad esempio studiare. Per gli adulti, forse, è invece diventata una sorta di sentenza da applicare alla politica, quando continua a riproporci lo scenario di sempre senza alcuna novità o addirittura speranza. È una frase buffa che ci aiuta a sdrammatizzare, a volte, le miserie della vita, il non-senso del quotidiano.
È possibile che continuare gli studi dopo un triennio di Accademia, prolungarli per altri due anni, potrebbe essere un percorso da liquidare con un perentorio “Uffa, che barba!” Eppure, lo studio ricercato, scelto e voluto, che accresce ulteriormente il nostro bagaglio di conoscenze, può prepararci davvero alla prova del lavoro. Intitolare un biennio “Uffa, che barba!” non vuole essere una provocazione, ma una tematica su cui orientare due anni di studio, confronto e verifiche; due anni dedicati al tema della “barba” declinato in tutte le sue varianti: la noia, certo, ma anche le infinite barbe che popolano i testi teatrali o letterari, le favole, le barbe di personaggi realmente esistiti o quelle dei protagonisti della settima arte. Una frase ironica, quindi, che possa accompagnarci offrendo la possibilità di indagare più linguaggi e più mondi di espressione artistica."

Antonio Latella


 

Ingresso gratuito con prenotazione sul sito dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio d'Amico (accademiasilviodamico.it).
Le prenotazioni aprono 5 giorni prima dello spettacolo.

parte di

2 febbraio - 2 giugno 2024
L'Azienda Speciale Palaexpo presenta presso il Mattatoio di Roma una serie di spettacoli organizzati in collaborazione con l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio d'Amico.

Programma

15 - 18 marzo 2024

Con la supervisione artistica di Giorgio Barberio Corsetti

Esercitazioni delle allieve registe del II anno

 
L'Accademia Nazionale d'Arte drammatica Silvio d'Amico al Mattatoio

29 marzo 2024

Di Massimo Binazzi, regia di Antonio Latella

Compagnia dell’Accademia

 
L'Accademia Nazionale d'Arte drammatica Silvio d'Amico al Mattatoio

19 - 20 aprile 2024

Lezioni aperte intorno all'opera di Robert Mapplethorpe

A cura di Antonio Latella
 
L'Accademia Nazionale d'Arte drammatica Silvio d'Amico al Mattatoio

Padiglione 9B, Performer: Prinz Gholam
13 luglio, ore 12-13
SOLO SU INVITO
13 luglio, ore 12-13
13 luglio, ore 12-13