EVERY BODY TALKS

3 > 11 novembre 2018
Padiglione 9B

Ingresso libero

Dal 3 all’11 novembre gli spazi di archeologia industriale del Padiglione 9B del Mattatoio di Roma si popolano delle forme espressive di every body talks, a cura delle studentesse e degli studenti della VIII edizione del Master in Management delle Risorse Artistiche e Culturali (MaRAC), promosso dalla Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale e dalla Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM.

 

Il percorso espositivo indaga il ruolo del corpo umano come primo e più immediato strumento di comunicazione: attraverso di esso, e in particolare mediante la costruzione del suo aspetto esteriore, l’essere umano si autorappresenta, rivela inconsapevolmente tratti significativi della propria personalità, segnala in modo esplicito le proprie scelte individuali o l’adesione a modelli culturali.

 

Se gli artisti italiani selezionati si concentrano sulla scomposizione e ricomposizione dell’identità individuale, di volta in volta frammentando (Micaela Lattanzio), nascondendo (Cristina Coral) e ibridando (Francesco Biccheri), l’interesse degli autori internazionali in mostra sembra rivolgersi invece a fenomeni antropologici, culturali, politici.

 

Dalla denuncia dell’ossessione contemporanea per il perfezionamento della propria immagine esteriore, indagata da Martial Cherrier, Jonathan Yeo e Erin Zerbe, all’analisi antropologica di abitudini, comportamenti e segnali di appartenenza culturale nei veri e propri repertori costruiti da Lakin Ogunbanwo e Tadao Cern. Dal ruolo del corpo nella dialettica tra libertà individuale e vincoli religiosi, socio-culturali ed economici, rappresentata nelle donne cancellate di Shadi Ghadirian e nella diversità sacrificata alla globalizzazione di Pierre David, fino al diretto utilizzo del corpo - proprio o altrui - come strumento di impegno civile e politico, come nella serie di Liu Bolin dedicata ai migranti e nelle performance collettive ideate da Spencer Tunick.

Ricreazione è un percorso di laboratori gratuiti che il Mattatoio di Roma organizza negli spazi de La Pelanda nei mesi di Giugno e Luglio 2021.

leggi di più
Luigi Presicce | Le Storie della Vera Croce 
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili nelle fasce di ingresso.
Permane il contingentamento per garantire la visita in sicurezza della mostra.

World Press Photo Exhibition

Biglietto con prenotazione obbligatoria.

Data la necessità di contingentamento adottato per le misure di contrasto al Covid-19,  la possibilità di capienza del padiglione che ospita la mostra è di 50  persone ogni ora.



Dal martedì alla domenica dalle ore 11 alle 20.
Info