HIMALI SINGH SOIN E DAVID SOIN TAPPESER

1 - 12 maggio 2022

Prender-si cura
La Pelanda
Prender-si cura
La Pelanda

Cos'è per voi il tempo della ricerca e della sperimentazione?

 

Per noi la ricerca è un mezzo. È un momento in cui la vicinanza tra eventi improbabili, idee e incidenze si rivela.

 

In che modo la tua pratica è influenzata dallo spazio di una residenza artistica?

 

La residenza è un momento di sospensione delle convinzioni. Come quando ci si risveglia in casa di qualcun altro e si nota tutto quanto: la strana angolazione della lampada, le ragnatele la vista chiara e ininterrotta.

 

Come dialogano cura e ricerca artistica?

 

Sono in un dialogo plurale. Sono entrambe corali e dissonanti. Pensiamo al nostro lavoro sia come curatoriale che artistico e alla figura del curatore come un catalizzatore creativo. In una combinazione ideale, il rapporto è di gioco e amicizia che si manifesta in cura per il lavoro e, a un livello più generale, in cura reciproca.

 
 

Hylozoic/Desires (Himali Singh Soin & David Soin Tappeser) è un duo che si occupa di performance multimediali il cui lavoro unisce poesia sperimentale e composizione musicale al fine di evocare speculativi e borgesiani futuri e multiversi. H/D aspira a un etere ontologico piatto in cui tutte le forme di vita – pietra, spiriti, macchine o umani – sono uguali. Altera l’immaginazione lineare del tempo per produrre divergenze che suscitano meraviglia. La ricerca del duo orbita attorno a (non)luoghi e storia come modo di imparare dalle molteplici materialità dell’esistenza contemporanea. H/D si occupa di (poli) ritmi d’amore e di “bea(s)t” di appartenenza. Hylozoic/Desires usa la metafora come evento, come forza di attrazione che tiene insieme entità altrimenti distanti.

 

Himali Singh Soin scrittrice e artista che vive tra Londra e Dheli. Usa metafore provenienti dallo spazio e dall’ambiente naturale per costruire cosmologie immaginarie di interferenze e intrecci. Nel fare questo pensa attraverso la lente della perdita ecologica e la perdita della casa, rifugiandosi da qualche parte nella radicalità dell’amore.

 

david soin tappeser batterista, compositore e performer che vive tra Londra e Dheli. La sua pratica si focalizza attorno le idee di tempo, interdipendenza e alterità. Le sue performance e composizioni usano il ritmo per codificare, manipolare e decostruire la percezione lineare del tempo e chiamano in causa entanglements intercurturali, storie parallele e sistemi di riferimento extra umani.

 www.himalisinghsoin.com/hdcollective

 

parte di

dal 1 dicembre 2021
residenze a porte chiuse
 
Prender-si cura è il nome del programma di residenze di ricerca e produzione artistica, ideato e curato da Ilaria Mancia, che si svolge negli spazi de La Pelanda del Mattatoio. Un gruppo di artiste e artisti sono invitati a sviluppare la propria ricerca, spaziando dalla danza alla performance teatrale, dall’arte visiva, alla musica e al video.

Programma

1 maggio - 1 luglio 2022
residenza a porte chiuse
30 maggio - 8 giugno 2022
residenza a porte chiuse
5 - 9 giugno 2022
residenza a porte chiuse
Padiglione 9B, Performer: Prinz Gholam
13 luglio, ore 12-13
SOLO SU INVITO
13 luglio, ore 12-13
13 luglio, ore 12-13